Incontro ravvicinato col Branco

Nella foto si può vedere un nostro accampamento e la tasca interna dove teniamo di notte la pistola al peperoncino per difenderci. (midifendo.it)

Ebbene si, dopo più di un mese da quando siamo partiti è successo un evento molto spaventoso e spiacevole: siamo stati attaccati da un branco di cani randagi! Meno male che eravamo armati con le pistole al peperoncino di midifendo che ci hanno permesso di scappare e seminare i sei cani!

In questo viaggio noi siamo in completa autonomia, abbiamo la tenda, il fornello, le pentole, tanto spirito di adattamento, tanta creatività per risolvere i problemi e gli imprevisti che ci sono capitati durante questi km di pedalate….e da quando siamo in Puglia ci siamo scontrati anche con il problema dei cani randagi. Quando stavamo raggiungendo Vico del Gargano è successo nuovamente, un rottweiler, è uscito dal cancello e ha iniziato ad inseguirci, cercando di morderci la gamba, meno male che poi è passata una macchina e lui si è fermato.

Martedì 7 agosto, dopo aver sorpassato Gallipoli, verso le 18.30 ci siamo spostati verso una stradina di campagna, in mezzo agli ulivi per trovare un posto dove accamparci e passare la notte. Io mi sono fermata a fare alcune foto, mentre Omar ha continuato la strada, poco dopo sento in lontananza dei cani abbaiare…resto un po’ in allerta e guardo in lontananza se Omar arriva…e di colpo sento gridare “vai vai vai! prendi la pistola!!” io salto in sella e pedalo, un po’ tremante riesco a prendere la mia pistola di midifendo e quando Omar mi raggiunge sparo due colpi verso di loro! Il liquido esce e i due cani si fermano, continuiamo a pedalare fino ad uscire nella strada principale e confonderci col traffico e seminare gli ultimi due! Che spavento! Più avanti ci fermiamo a riprendere fiato e Omar mi spiega che in quella stradina è passato accanto ad una casa abbandonata e pericolante, senza recinzioni e mentre la stava superando ha attirato l’attenzione di 6 cani che hanno iniziato ad abbaiare, ringhiare e a corrergli incontro! Lui subito ha girato la bici e ha iniziato a pedalare, questi cani erano incattiviti, essendo randagi erano sicuramente affamati, assetati e forse maltrattati, si sono avvicinati alla bici e uno ha preso la caviglia di Omar, lui ha istintivamente preso la pistola al peperoncino e ha sparato contro di loro e da li siamo fuggiti insieme verso la strada principale, seminando gli ultimi due.

Prima di partire abbiamo voluto tutelarci con le pistole di midifendo.it perché già ci avevano avvertiti che al sud c’era il problema dei cani randagi. Queste pistole durante il giorno le tenevamo sempre nel borsello anteriore della bici, proprio a portata di mano, alla sera le portavamo in tenda nelle tasche interne. Ci è anche successo, un paio di sere, di andare a controllare con la pila il territorio circostante perché sentivamo dei rumori, e la pistola era sempre con noi, perché ci da sicurezza! Il fatto che non sia una vera e propria arma letale ci rende tranquilli nell’utilizzarla, infatti il getto spara a 3 metri di distanza e agisce per un’ora, tempo che ti permette di fuggire come nel nostro caso. Speravamo di non utilizzarle ma siamo contenti di esserci mossi preventivamente per quanto riguarda la difesa personale e possiamo essere contenti per l’ottima qualità del prodotto, infatti è piccola, leggera, facile e istintiva da usare nel momento del bisogno e di panico! Io che sono una donna, la consiglio vivamente, infatti sono riuscita ad usarla anche se ero un po’ spaventata dalla situazione! Noi che siamo viaggiatori autonomi, quindi non ci appoggiamo alle strutture, la consigliamo a tutti! Prima di tutto la sicurezza!

Ringraziamo anche lo staff di midifendo.it che ci assiste e si premura di fornirci le pistole al peperoncino!

In questa foto si può vedere la pistola al peperoncino che abbiamo usato, i preparativi che facciamo quando ci accampiamo e la tasca dove la posizioniamo.

Il viaggio continua.

Valentina e Omar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *