Marche e Abruzzo ciclabili

Nelle Marche abbiamo visitato Macerata, Recanati dove è nato il grandissimo Leopardi e poi Loreto dove è custodita la “casa volante” della Madonna “nera”. Borghi bellissimi e molto particolari, ognuno con il suo carattere e bellezze. Abbiamo così lasciato l’entroterra per accostarci al mare dove da Porto Recanati in poi abbiamo percorso dei bellissimi e lunghissimi tratti di piste ciclabili a doppio senso con a parte la corsia per i pedoni. Abbiamo fatto il bagno e dormito sulla spiaggia, visto il tramonto e l’alba. Siamo poi saliti a Ripatransone dove abbiamo mangiato le olive ascolane e i cremini…(libidine) siamo passati per il vicolo più stretto di Italia 43 cm e siamo poi scesi di nuovo sulla costa.

Abbiamo fatto un assaggio di Amartice contribuendo con l’acquisto di ottimi prodotti di famiglie e aziende messe in difficoltà dal terremoto.

Da qui in poi siamo passati nell’Abruzzo e ci ha stupiti molto perché i lunghi mare che nelle Marche erano appartenenti solo alla città balneare, qui invece erano quasi tutti collegati con dei ponti esclusivamente per le bici e pedoni, senza così correre rischi inutili nella strada statale, ed è stato bello vedere la qualità della struttura e la fruizione da parte di tantissime persone.

Manca un po’ di buona educazione dei pedoni e dei ciclisti per una buona convivenza 🙂 ovvero insegnare a guidare ed essere prudenti in queste ciclabili rispettando delle semplici regole.

Il viaggio continua.

Valentina e Omar

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *