Puglia live on the road

Lesina, primo approccio con la Puglia. Siamo entrati in questa terra dai mille contrasti e ci siamo subito dovuti modellare a lei. In questo articolo vogliamo però soffermare l’attenzione sulle persone che abbiamo avuto la fortuna di incontrare (più o meno casualmente) e soprattutto il piacere di stare con loro. Alberto il proprietario del B&B di Lesina ci ha accolti e abbiamo parlato del territorio, dei pregi e difetti, una sorta di introduzione che poi abbiamo approfondito nel resto del libro…libro che leggiamo e scriviamo ogni giorno, pedalata dopo pedalata, esperienza dopo esperienza.

Ci siamo addentrati nel Gargano, lo Sperone d’Italia, dopo aver fatto un pezzo della costa ci siamo immersi con molto piacere nella Riserva Naturale della Foresta Umbra, pace, calma, suoni, i raggi del sole che escono timidi tra le fronde dei faggi..foresta Umbra = foresta ombrosa, cupa. Attraversarla in bici è stato molto affascinante, un tuffo in un’altra dimensione. In un paese lì vicino, Vico del Gargano, siamo stati ospiti da Giovanna, Irene e il bellissimo cucciolone Nobu, dove abbiamo condiviso una cena e tante belle parole, uno scambio arricchente e profondo, non ci hanno lasciati andar via senza miele e olio, se non avessimo detto di no, avrebbero continuato a regalarci prodotti della terra con molta molta generosità e bontà di cuore.

Abbiamo visitato il Monte Sant’Angelo dove c’è la grotta delle apparizioni del nostro tanto affezionato San Michele Arcangelo, il quale ogni giorno ci protegge per le strade trafficate e talvolta spaventosamente pericolose, siamo scesi fino a Manfredonia dove Luigi ci ha aperto e accolti nel giardino del suo B&B Santa Lucia, un posto veramente bellissimo, vista mare, foresta alle spalle, ma soprattutto protetti. Quella sera non eravamo tranquilli in quella zona e abbiamo chiamato lui (cercando un B&B nella zona) chiedendo ospitalità…così è stato, ore 21 passate, lui è arrivato e ci ha accolti.

Persone splendide a colmare le lacune visive che purtroppo incontriamo nei nostri spostamenti…persone meravigliose che ci offrono l’anguria e ci regalano due meloni mentre siamo in una panchina a fare la nostra pausa pranzo…persone mai viste prima, persone che si aprono a noi e ci donano ciò che hanno.

Massimo, Beppe e Clelia ci hanno ospitati a Trani in un palazzo al 7 piano, abbiamo cucinato assieme, condiviso racconti e una buona spaghettata…abbiamo dormito benissimo, nel pavimento del salotto nei nostri materassini gonfiabili….e le persone si stupiscono del nostro modo minimal che abbiamo di viaggiare….di vivere…

Quando si è lontani dalle proprie mura domestiche, dalle proprie certezze, quando ogni giorno cambia tutto attorno a te…ti rendi conto che basta poco, davvero poco per stare bene e apprezzare anche un pezzo di pane condiviso con altri amici e la passione per la bicicletta ci unisce in un’unica Grande Famiglia.

Il viaggio continua.

Valentina e Omar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *